In questo articolo si parla di:

Nel corso di una conferenza stampa svoltasi durante ISPO Monaco 2020, Antje von Dewitz è stata nominata vicepresidente dell’European Outdoor Group (EOG), mentre Peter Ottervanger, ex ceo di Icebreaker, ha assunto la carica di head of retail.

Non sono mancati gli applausi quando Arne Strate, amministratore delegato dell’European Outdoor Group, ha presentato il nuovo vice presidente. Del resto Antje von Dewitz è una delle personalità più famose nel settore dell’outdoor. L’amministratore delegato di Vaude succede a Jean-Marc Pambet, ceo di Salomon fino a poco tempo fa. “Sono orgogliosa di essere il nuovo vicepresidente dell’EOG”, ha dichiarato Antje von Dewitz.

Arne Strate è internvenuto anche per parlare della IGOT (It’s great out there there Coalition), l’associazione no profit internazionale che quest’anno sarà al centro dell’attenzione. Dal 2017 l’EOG lavora duramente per portare le persone all’aperto. A tal fine ha collaborato con scuole o associazioni. “La coalizione si preoccupa che le persone siano motivate e introdotte nello sport in natura in modo sostenibile”, ha dichiarato Strate.

Nel corso della conferenza stampa non sono mancati importanti interventi a proposito della preoccupante situazione climatica del pianeta. “Le specie stanno morendo e mancano solo pochi anni per garantire un futuro ai giovani. La nostra visione è quella di lanciare un’attività redditizia, in cui i nostri membri restituiscano più di quanto prendano dalla natura e dalle persone”, ha dichiarato Antje von Dewitz. Il primo passo verso questo obiettivo è la Carta della Sostenibilità, che la maggior parte dei marchi che fanno parte dell’European Outdoor Group hanno già firmato.