In questo articolo si parla di:

Da sabato 18 gennaio, riaprono le porte per l’Inferno con Inferno Snow di Prato Nevoso, località delle innevate Alpi Marittime del Piemonte, in provincia di Cuneo.

La gara, che aprirà ufficialmente il circuito Inferno Series, si svolgerà a 1500 m slm e i partecipanti dovranno affrontare in corsa 7 km con 200 m di dislivello complessivo, con circa 20 ostacoli, a cominciare dalla partenza in salita dalla conca.

Ad attenderli vari muri di neve e una rampa di ghiaccio da risalire, ma anche tratti di manto bianco in cui strisciare, pesi da trasportare o trascinare. 

I sempre più numerosi atleti competitivi, dovranno attenersi al regolamento della Federazione Italiana OCR, organizzatrice del Campionato Italiano, in base al quale non sarà loro consentito dare o ricevere aiuto con un massimo di tre possibilità di fallimento degli ostacoli. Nel complesso un movimento sportivo in continua crescita: in tutte le obstacle race italiane sono stati circa 50mila gli appassionati coinvolti solo nel 2019.

Anche quest’anno, per la seconda tappa del circuito, si riconferma Inferno Water all’Idroscalo di Milano, prevista per il prossimo 9 maggio. Nell’anello di 8 km che attraverserà il tempio dello sport outdoor, 25 immancabili ostacoli separeranno gli atleti dalla finish line, da affrontare anche in acqua insieme a brevi tratti a nuoto e un tuffo mozzafiato di 3 metri dal ponte. L’appuntamento coinvolgerà anche i piccoli mudder dai 4 ai 12 anni con Inferno Kids, che sostiene con il proprio ricavato progetti di solidarietà rivolti all’infanzia e ai giovani.

Inferno Snow – sabato 18 gennaio – Prato Nevoso, Cuneo 

Inferno Water – sabato 9 maggio – Idroscalo di Milano 

Inferno Mud – sabato 3 e domenica 4 ottobre – Figline Valdarno, Firenze

Per info e iscrizioni: infernorun.it