In questo articolo si parla di:

Dopo nove mesi, 18 Paesi e ben 14.000 chilometri in bicicletta, David Niederkofler ha concluso ai piedi dell’Himalaya, la meta designata – ovviamente con una festa – la sua avventura. Il giovane atleta altoatesino, il cui viaggio era iniziato l’11 marzo, in questi mesi è stato supportato da alcuni brand tecnici.

Tra i quali spicca Redelk, che nel corso dell’iniziativa Italy2Nepal, ha affermato ancora una volta il proprio ruolo di compagno ideale nelle avventure, non solo in montagna. L’identità outdoor del brand, unitamente a una grande attenzione ai dettagli, al comfort e alla praticità, si è ben sposata con un viaggio all’insegna del rispetto totale della natura, interamente percorso in bicicletta e con sistemazioni di fortuna.

“Quando abbiamo ricevuto la richiesta di David, abbiamo pensato che questa avvincente avventura sicuramente sposasse appieno i valori di Redelk”, ha dichiarato Luca Colombo, coo di Stecol Flex, l’azienda milanese creatrice del brand outdoor. “Abbiamo accettato la sfida di David e gli abbiamo fornito il materiale più adatto per il suo viaggio, selezionandolo con lui e pensando ai Paesi che avrebbe attraversato, alle diverse altitudini, situazioni climatiche, non tralasciando la comodità, essenziale in un viaggio in bicicletta”.

Il bagaglio itinerante di David era davvero vario, equipaggiato con un’ampia gamma di articoli: le maglie tecniche per un’ottima traspirazione durante il viaggio, le felpe in power-stretch per assicurare comfort e calore anche durante le ore notturne, pantaloni tecnici e detachable abbinati a t-shirt in cotone per le giornate più calde; infine capi termici, gilet in soft-shell e i gusci per affrontare il freddo e il vento, ai piedi dell’Himalaya.

“Siamo felici che David abbia utilizzato tutti i capi che gli abbiamo fornito e, grazie a internet, abbiamo seguito il suo percorso lungo tutte le tappe”, ha commentato Ilaria Plati, responsabile marketing di Redelk. “Questa impresa ci ha talmente appassionato che abbiamo deciso di far partire sui nostri social una rubrica dedicata a questo viaggio, nella quale pubblicavamo una cartolina di ogni tappa riprendendo gli scatti dei luoghi raggiunti, insieme ad un messaggio di David. Italy2Nepal è stato davvero un successo”.