In questo articolo si parla di:

“Una nuova casa per il leopardo delle nevi”. Il brand Dynafit nei prossimi tre anni trasferirà la propria sede dalla zona circostante a Monaco a Kiefersfelden, al confine con l’Austria. Lo ha annunciato in una conferenza stampa Heiner Oberrauch, proprietario dell’Oberalp Group, che oltre a Dynafit comprende Salewa, Pomoca, Wild Country ed Evolv.

Il nuovo edificio di Kiefersfelden è stato progettato dai famosi architetti Fabrizio Barozzi e Alberto Veiga. La costruzione nascerà nella valle del fiume Inn, a cavallo del confine tedesco-austriaco, e sarà un luogo di incontro e di vita sociale, oltre che grande emporio e centro per l’arrampicata. Il progetto è stato definito “un paesaggio nel paesaggio”, in quanto la costruzione si propone l’obiettivo di incontrare la natura del luogo, evocando le rocce, il vento e le nuvole. L’edificio sarà composto da due blocchi che si confrontano lungo una crepa, come due pareti rocciose, che si inviluppano e si piegano anche all’interno dell’edificio generando due scale e quattro ascensori. All’interno, oltre agli ufficio e alla sala adibita a riunioni e conferenze, saranno presenti un ristorante, un asilo nido, una sala fitness e diverse “experience area”. Le torri dell’edificio saranno alte circa 30 metri, mentre il progetto prevede esternamente un piccolo bosco, uno stagno e alcune macchie di alberi.

“Kiefersfelden è un luogo di nostalgia per molti dei nostri dipendenti”, ha spiegato Heiner Oberrauch a proposito della scelta della location. Dynafit, infatti, si trasferisce dove i suoi dipendenti appassionati di attività outdoor perseguono i loro hobby: “per molti dei nostri dipendenti, Kiefersfelden e Wilder Kaiser sono dei punti di riferimento, dove le persone possono vivere a contatto con la natura”. Si prevede che circa 100 dipendenti lavoreranno a Kiefersfelden a partire dal 2022.