In questo articolo si parla di:

Si è da poco conclusa la quindicesima edizione del Fjällräven Classic Sweden, il viaggio – che il brand organizza dal 2005 – alla scoperta della natura più selvaggia e incontaminata della Lapponia Svedese. L’evento di anno in anno riscuote sempre più successo, a tal punto da convincere Fjällräven a esportare l’iniziativa anche in altri Paesi. Tenutasi dal 9 al 16 agosto, l’ultima edizione non ha deluso le aspettative, chiamando a raccolta 2.000 partecipanti provenienti da ben 46 nazioni che, zaino sulle spalle, hanno percorso oltre 110 km a piedi e trascorso sei notti in tenda.

I NUMERI DELL’EDIZIONE 2019
– La 15esima edizione di Fjällräven Classic Sweden si è svolta dal 9 al 16 agosto 2019
– 2.000 i partecipanti, provenienti da 46 nazioni diverse
– Il 41% era composto da donne, il 59% da uomini. 35 i bambini sotto i 13 anni
– Il trekker più anziano aveva 80 anni, il più giovane 1 anno e mezzo
– Solo 44 persone hanno abbandonato il percorso prima della fine
– Il 14% aveva già partecipato ad una o più edizioni di Fjällräven Classic Sweden
– Fjällräven Classic è un evento ecologico certificato Håll Sverige rent

Considerato un punto di riferimento a livello internazionale per gli amanti della natura e del trekking non competitivo, Fjällräven Classic Sweden permette ai partecipanti di inoltrarsi, nell’estremo nord della Svezia, in vaste aree di terre selvagge che si estendono per migliaia di chilometri. Merito dell’Allemansrätten, il diritto svedese di accesso ad aree pubbliche e private per attività ricreative o esercizio fisico. A ispirare i prodotti di Fjällräven sono stati proprio questi luoghi in grado di offrire vette perennemente innevate e laghi cristallini.

La prima edizione radunò 152 persone, in gran parte svedesi, chiamate a percorrere con uno zaino in spalla i 110 chilometri che separano Nikkaluokta da Abisko. A dieci anni dalla prima edizione, Fjällräven Classic ha visto il numero di iscritti superare quota 2.000. I partecipanti provengono da tutte le parti del mondo e, negli anni, l’evento si è trasformato in qualcosa che va oltre al semplice trekking. L’obiettivo principale resta lo stesso della primissima edizione: incoraggiare sempre più persone ad avvicinarsi alla natura, offrire ispirazione, conoscenza e condivisione. In virtù di questo successo, come anticipato, Fjällräven ha deciso di esportare l’iniziativa anche in altri Paesi. Da quest’anno, oltre a Hong Kong, Colorado (USA) e Danimarca, sono state annunciate quattro nuove destinazioni: Germania, Cina, Gran Bretagna e Corea del Nord.

Il format dell’evento è rimasto negli anni più o meno invariato. I partecipanti trasportano in uno zaino la propria attrezzatura, montano le tende, cucinano i pasti e camminano al proprio ritmo. Il sentiero è ben tracciato e intervallato da checkpoint dove lo staff di Fjällräven e i volontari sono pronti a intervenire nel caso in cui qualcuno abbia bisogno di aiuto. Prima dell’evento, viene consegnato il gas da campeggio necessario per l’intera durata del percorso, mentre le razioni di cibo liofilizzato sono distribuite giorno per giorno. Molti completano il percorso in cinque giorni, altri in tre o sei. Indipendentemente dal ritmo della camminata, all’arrivo ad Abisko tutti sono accolti da un caloroso benvenuto. Qui ricevono la meritata medaglia, una sauna calda e una bevanda rinfrescante, dopodiché viene organizzata una festa.

Per ottenere ulteriori informazioni e iscriversi alle future edizioni: http://classic.fjallraven.com/