In questo articolo si parla di:

È giunta al termine la quinta edizione di Orobie Ultra-Trail, tenutasi a Bergamo dal 26 al 28 luglio. L’evento, caratterizzato da numerose novità, ha visto la vittoria di Stefano Rinaldi nel Gran Trail Orobie e di Luca Rota nella Marathon Trail Orobie.

Da segnalare il nuovo arrivo in piazza della Cittadella e il nuovo technical partner, Mizuno, ma anche la presenza del maltempo che ha costretto gli organizzatori a modificare alcuni aspetti di Gran Trail Orobie e della Marathon Trail Orobie. Partenze anticipate per entrambe le gare: GTO ha preso il via alle 7.00 e MTO alle 6.00. Il tracciato originale di GTO è stato accorciato con la partenza dal Passo di Zambla anziché da Carona, portando la gara a circa 43 km con un dislivello positivo di 1.900 metri. Nessuna variazione invece per il percorso della MTO.

“Modificare e riorganizzare gare come GTO e MTO è estremamente complesso dal punto di vista logistico, tecnico e burocratico. In poche ore abbiamo dovuto allertare telefonicamente più di 400 volontari, aggiornare il piano di sicurezza e tutte le richieste di permessi, richiedere e organizzare la nuova partenza da Passo di Zambla, spostare i ristori e ricontrollare tutta la tracciatura”, ha dichiarato Matteo Zanardi, coordinatore di Orobie Ultra-Trail. “Uno sforzo organizzativo che ha richiesto la collaborazione di moltissime persone che vogliamo ringraziare: le istituzioni locali che si sono rese subito disponibili, i volontari, i responsabili dei servizi di emergenza e di soccorso e tutti coloro che si sono impegnati per rendere possibile questo evento in circostanze straordinarie”.

In tutto sono stati 1.799 i finisher delle tre gare: 885 per GTO, 445 per MTO, 469 per BGUT.

GTO – A conquistare il gradino più alto del podio di GTO è stato Stefano Rinaldi, atleta del team Eolo Kratos, in 3:55:29, seguito da Donatello Rota del team Prozis Athletes con il tempo di 4:02:54 e da Matteo Longhi (team Runners Bergamo), che ha conquistato il terzo gradino con un tempo di 4:06:29. Per quanto riguarda la categoria femminile, la vittoria è andata a Maria Eugenia Rossi – del team Erock – che si è affermata con un tempo di 4:56:29. Il terzetto è stato completato da Virginia Olivieri del team Salomon Bergteam, che ha tagliato il traguardo con poco più di 3 minuti di distacco (04:59:45), e da Federica Giudici del team Sport Evolution  (5:17:15).

MTOLuca Rota del team Serim Run (04:00:36) è invece il vincitore della prima edizione di MTO. Secondo posto per Fabio Bonfanti (04:14:01) e terzo gradino del podio per Denny Epis (Gav Vetrova Taglia ) in 04:14:41. La prima edizione femminile della MTO ha visto trionfare la sanpellegrinese Cristina Sonzogni del team Erock che, galvanizzata dalla partenza davanti al pubblico di casa, ha tagliato il traguardo in 05:01:54. Sul podio con lei la polacca Marta Wenta (05:26:27) del team Kaszubska Poniewierka ed Elena Sala, Runners Bergamo, in 05:30:32.

BGUT – Bergamo Urban Run, la gara inaugurale della quinta edizione di Orobie Ultra-Trail 2019, andata in scena venerdì alle 20.30, ha visto la vittoria di Franco Zanotti in 1:25:47. L’atleta del Gruppo alpinistico vertovese ha preceduto Roberto Antonelli del team Altitude Race (1:27:01) e Mattia Bertocchi del team Dk Runners Milano (1:27:46). Il quadro è completato dalla gara femminile, che ha visto imporsi Chiara Milanesi (Fò di Pe) in 1:40:42. Secondo posto per Alice Colonetti (Bracco) in 1:42:11 e terzo posto per Lara Birolini (Erock Team) in 1:42:13.

L’appuntamento con Orobie Ultra-Trail 2020 è fissato dal 24 al 26 luglio. Si tratterà di un’edizione resa ancora più ricca dal ritorno della “gara regina”, che si correrà su 140 km con 9.500 m di dislivello positivo.

Crediti fotografie: Roby Bragotto