In questo articolo si parla di:

Si terrà il 21 giugno a Bruxelles, presso l’European Commitee of the Regions, l’iniziativa Active Workplaces, Active Europe del progetto EmoCS, di cui Assosport è partner. L’evento nasce dall’esigenza di rispondere alla crescente sedentarietà dei cittadini. Non si tratta solo di una questione di salute, la finalità è anche migliorare le prestazioni professionali dei lavoratori attraverso l’implementazione dell’attività fisica all’interno del posto di lavoro.

Il campanello d’allarme è suonato in seguito a un rapporto stilato dalla Commissione Europea, dal quale è emerso, dopo aver intervistato nel 2018 più di 28 mila cittadini residenti nell’Unione, che quasi la metà della popolazione comunitaria non pratica sport. Più precisamente, il 46% ha risposto “no” alla domanda riguardante il regolare svolgimento di attività fisica. Tra le motivazioni fornite più spesso dagli intervistati, risulta esserci una mancanza di tempo libero, collegata nella maggior parte dei casi ai troppi impegni lavorativi. Il 12% degli intervistati, infatti, ha dichiarato di star seduto per più di 8,5 ore al giorno e addirittura il 15% di non camminare per 10 minuti consecutivi almeno una volta nell’arco della settimana.

Nel corso dell’appuntamento di Bruxelles avranno luogo una tavola rotonda e alcuni workshop che coinvolgeranno ceo, direttori e manager aziendali, così come stakeholder istituzionali e pubblici, federazioni sportive nazionali e internazionali, università e ricercatori.

Di seguito le tematiche che verranno affrontate nel corso dei tre workshop:

  • PA at work and the role of active cities: cos’è la Pacte Matrix? In che modo le città svolgono un ruolo nello sviluppo dell’attività fisica sul posto di lavoro? Chi sono gli stakeholder? Come indirizzare le aziende dal punto di vista della città?
  • PA at work and the network: chi sono i principali stakeholder interessati dall’implementazione dei programmi di PA all’interno dell’azienda? Che lingua e messaggi e come integrarli e mobilitarli come ambasciatori? Quali sono le loro aspettative e necessità? Come ottenere il loro supporto e contare su ciascuno di loro? Come renderli protagonisti a pieno titolo nello sviluppo dello sport nelle aziende?
  • PA at work and the certification: è necessaria una certificazione per quanto riguarda la PA al lavoro? Quali principi e ingredienti principali? Chi scegliere come target nelle aziende? Come misurare e certificare le attività? Chi misurerà le attività? Quale durata per l’etichetta? Come promuovere l’etichetta?

“Abbiamo aderito al progetto per lanciare un messaggio alle aziende italiane sul valore dello sport”, ha detto Luca Businaro, presidente di Assosport. “Uno dei nostri intenti è quello di incrementare la pratica sportiva e siamo convinti che sensibilizzare le imprese a investire nel movimento sia una grande opportunità. Non solo in termini di welfare, ma anche di produttività. In Italia siamo all’anno zero, bisogna lavorare per costruire una nuova consapevolezza”.