In questo articolo si parla di:
23 Maggio 2019

Osprey Europe ha annunciato l’inizio della collaborazione con il gruppo di ripopolamento Birds of Poole Harbour, un’associazione inglese di beneficenza che si propone l’obiettivo di aumentare la consapevolezza riguardo le iniziative ambientali per i volatili e che ricopre un ruolo fondamentale per la loro salvaguardia e conservazione.

Osprey e Birds of Poole Harbour condividono l’obiettivo di reintrodurre il falco pescatore (che in inglese si chiama proprio Osprey) in zone chiave per il ripopolamento, come Gran Bretagna e Francia del nord, per evitare il declino della specie aumentando il numero di esemplari presenti in queste regioni.

“Creare partnership con attività e associazioni locali che condividono una visione comune sull’aumento della consapevolezza ambientale è uno dei nostri principali focus”, si legge nel comunicato dell’associazione. “La nuova collaborazione intrapresa con Osprey è una prospettiva nuova ed eccitante, specialmente dopo aver intrapreso un progetto che mira a ripopolare la zona di esemplari di questo magnifico rapace. Siamo eccitati di poter collaborare con un marchio così rispettato e non vediamo l’ora di scoprire come questa sinergia potrà coinvolgere e ispirare un’audience completamente nuova”.

Quando fu fondata Osprey Packs, nel 1974, il falco pescatore era in pericolo di estinzione. Mike Pfotenhauer (foto sotto), fondatore del brand, osservò però come questa specie riusciva a ripopolarsi e si convinse del fatto che lo stesso sarebbe accaduto al suo marchio di zaini. 45 anni dopo Osprey Packs è cresciuta, diventando un fornitore internazionale di zaini outdoor, da viaggio e per il tempo libero. Senza però dimenticare la sua ispirazione iniziale e la sua attenzione verso l’ambiente.