In questo articolo si parla di:

Lo scorso 18 aprile, a poche ore di distanza l’uno dall’altro, Francesco Deiana e Matteo Della Bordella – due arrampicatori del team Karpos – sono riusciti nella ripetizione in libera di Greenspit, uno dei tiri in fessura più famosi al mondo. Entrambi hanno completato il tiro, situato sopra il paese di Rosone, in Valle dell’Orco, piazzando tutti i friend durante la salita.

Greenspit, che deve il suo nome al fatto che a metà degli anni ’80 era stato salito per metà da Roberto Perucca con degli spit verdi, è lungo 12 metri e richiede una perfetta tecnica di arrampicata in fessura ad incastro unita ad una buona dose di forza e resistenza, oltre che nelle braccia, anche nei muscoli addominali. Il primo a salire questo tiro in libera fu, nel 2003, lo svizzero Didier Berthod. Tre anni dopo, nel 2006, la notorietà di Greenspit aumentò grazie al film First Ascent, le cui immagini hanno acceso il desiderio di mettersi in gioco di numerosi arrampicatori.

Sia Matteo che Francesco hanno voluto esprimere tutta la loro soddisfazione per un’impresa riuscita a non molte persone. “Per me Greenspit è un tiro mitico. Quando nel 2006 per la prima volta vidi il film First Ascent non sapevo nemmeno cosa volesse dire scalare in fessura; poi negli anni, ho avuto modo di imparare e conoscere bene questo stile di arrampicata, tuttavia ho sempre pensato che Greenspit fosse troppo duro per le mie possibilità”, ha dichiarato Matteo Della Bordella. “Questa salita non è stata solo la realizzazione di un sogno, ma soprattutto la condivisione di un’esperienza con un amico: ci siamo scambiati consigli su tutto, dai passaggi alle tecniche per smontare il tiro. Grazie Teo!”, ha commentato Francesco Deiana.

Crediti: Arianna Colliard