Dal 2012 è atleta di punta della squadra Serba di Ultramarathon e ha rappresentato il suo paese nelle gare di durata più significative del mondo. Nato in un piccolo villaggio della Serbia, cresciuto circondato da montagne in una delle zone più pittoresche del suo paese, ora Jovica Spajić è ambassador internazionale di Ferrino. Runner e non solo: cintura nera di Ju-jitsu e Judo, è anche membro dell’Unità Speciale Antiterrorismo (SAJ) presso il Ministero degli Affari Interni della Repubblica di Serbia. Insomma una specie di super-uomo che, nel tempo libero, veste i panni dell’atleta e con grandissimi risultati. 

Il suo importante bagaglio di esperienze gli hanno permesso di intraprendere le più grandi ed estreme avventure che un corpo umano possa sopportare partecipando alle più grandi e impegnative gare del mondo dove oltre alle capacità fisiche gioca un ruolo fondamentale anche la resistenza mentale ( IAU Ultramarathon, Icarus Florida Ultra Fest, Badwater, Atene World Trophy,  Himalaya Ultra – The High, ago TAHOE, Jungle Marathon, Namibia 2017, Endurance Run Moab).

Ultima sua grande impresa è stata la vittoria conquistata all’Arrowhead 135 lo scorso Gennaio 2019 (foot division). Si tratta di una corsa invernale estremamente impegnativa nel Minnesota del Nord, uno degli eventi di resistenza più duri sul pianeta in luoghi dove la temperatura durante la corsa scende sotto i -50 gradi.

Durante questa avventura Jovica ha utilizzato i prodotti Ferrino. Ha indossato gli zaini LYNX 30 e RADICAL 80+10 per il trasporto dell’equipaggiamento personale e ha affrontato le gelide notti nel sacco a pelo DIABLE 1200, che protegge dal freddo fino a temperature estreme di -37°.

Durante questi Endurance Trail vivo momenti indimenticabili pieni di emozioni diverse fatte di alti e bassi, lacrime e sorrisi. E’ necessario avere oltre ad una preparazione fisica eccezionale, anche una forte  stabilità mentale, resistenza allo stress e capacità di muoversi per giorni con assunzione di cibo e fluidi minimi a temperature comprese tra -50 e +50 gradi, senza dormire. In Serbia, molti giovani seguono i miei risultati cercando di realizzare i propri  sogni.

Jovica ora si sta preparando per la Ultrakleka, un trail di 130 km molto importante in Serbia con in testa l’obiettivo più impegnativo che lo vedrà nel 2020 tra i partenti dell’Iditarod 1000.