In questo articolo si parla di:

Un evento che si preannuncia ricco di presenze tra campioni, appassionati e neofiti dello sci alpinismo. La Sportiva Epic Ski Tour andrà in scena il 22 e 23 febbraio nella trentina Val di Fiemme. Una manifestazione che unisce la competizione alla voglia di divertirsi con la possibilità di partecipare alle gare oppure alle escursioni non cronometrate con guida alpina. Il testimonial ufficiale è il campione del mondo Michele Boscacci che si è aggiudicato tutte le scorse edizioni e che anche quest’anno sarà al via delle due gare previste.

L’amore per questa disciplina è una tradizione nella famiglia Boscacci e accomuna tre generazioni. È stato il nonno a introdurlo nel mondo dello sci portandolo ad assistere a tutte le gare di papà Graziano, che scrisse la storia dello sci alpinismo. Nel frattempo Michele cresce e inizia a partecipare alle prime competizioni, dimostrando già in tenera età di avere la stoffa del campione.

Newspower l’ha intervistato.

Cosa ne pensi dell’Epic Ski Tour?Una bella gara e una bella formula che è poco invasiva a livello fisico, non si affrontano tappe troppo dure o eccessivamente lunghe, una cosa un po’ più easy. Ne esci in maniera differente”, afferma la stella azzurra dello skialp.

Perché partecipare?Per godersi più giorni di sport e una bella atmosfera, tappe di relativa difficoltà sia in pista che fuori pista, consiglierei l’Epic Ski Tour a tutti gli appassionati, una sfida che non va oltre le loro capacità”, prosegue Boscacci.

Come ti prepari ad affrontare una stagione lunga e impegnativa?Mi sono preparato tanto la scorsa estate, ho pedalato diversi chilometri facendo le mie solite gare di corsa e vertical”.

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?Tengo particolarmente a far bene il circuito di Coppa del Mondo con i Mondiali in Svizzera ad inizio marzo, ci sono tanti atleti forti e non sarà facile”.

Abbiamo visto che l’avventuriero e mental coach Alex Bellini ti ha citato nel suo ultimo libro.Con Alex ci conosciamo, abbiamo avuto occasione di parlare, mi ha fatto veramente piacere e lo stimo molto sia come persona che come atleta”.

Cosa deve fare chi si avvicina per la prima volta allo scialpinismo, magari affrontando il ‘pleasure tour’ de “La Sportiva Epic Ski Tour” o le tappe in compagnia di una guida alpina qualificata?Consiglio di provare a praticare questo sport senza porsi grandi obiettivi, c’è quasi una moda di fare gare fuori portata, anche per chi si permette di provare poche ore a settimana. Lo scialpinismo va praticato nei ritagli di tempo iniziando ad appassionarsi e vedendo poi dove si può arrivare, soprattutto per divertirsi, ogni cosa forzata non può venire bene”, conclude.

Accanto ai campioni, ci saranno gli amatori e i neofiti che potranno godersi due giornate in Trentino, vedere all’opera i migliori interpreti della disciplina tra Alpe Cermis e Bellamonte all’interno del Parco di Paneveggio con la possibilità, rivolta ai meno esperti, di avere al proprio fianco una guida alpina. Il venerdì mattina anche con un’uscita gratuita ‘pleasure tour’ con i materiali forniti da “La Sportiva”.

Le iscrizioni per partecipare alla terza edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour” sono aperte, basterà saldare la cifra di 79 euro comprensiva di un Base Layer UYN di pari valore.

Info e iscrizione: www.epicskitour.com