Quanto apporta all’economia di un paese lo sviluppo di un area destinata alle attività outdoor? Studi specifici sul nostro territorio sono stati fatti solo in sparuti casi e spesso si tratta più che altro di stime sommarie. Negli USA invece di recente è stato pubblicato un caso di studio, quello di New River Gorge e… il risultato è sorprendente!

Da esso emerge come gli scalatori rappresentino la principale forza economica dell’area, situata nel West Virginia, nota come una della destinazioni d’arrampicata più famose al mondo. 12,1 millioni di dollari è l’impatto annuo valutato di questa disciplina sull’economia turistica su tre diversi paesi.

Secondo lo studio guidato dalla Eastern Kentucky University, la spesa dei climber supporta la presenza di 168 posti di lavoro nella regione e contribuisce per 6,3 milioni di stipendi.

Due professori dell’università, James Maples and Dr. Michael Bradley, hanno guidato uno studio con un team di scienziati delle attività ricreative outdoor della regione, è il primo di questo tipo, che si concentra sull’impatto economico dell’arrampicata nel West Virginia ed è stato condotto in tre contea che ospitano area di scalata popolari come New River Gorge, Summersville Lake, and Meadow River. Il team ha intervistato oltre 600 scalatori in vista nella regione nelle aree che attorniano le falesie.

Questo studio è in linea con un gruppo di altri analisi del genere svolte nella regione degli Appalachi (Kentucky, North Carolina e Tennesse). Lo stesso dr. Maples ha condotto studi alla Eastern Kentucky University, che ha riscontrato come i climber abbiano apportato 3,8 milioni di dollari alla regione di Red River Gorge nel Kentucky, dove si trovano alcune delle contee più povere del paese. Uno studio della Outdoor Alliance ha riscontrato come i turisti per l’arrampicata portino quasi 1,4 milioni di dollari alla regione occidentale della North carolina. L’ università del Tennessee ha fatto un analisi sull’impatto della scalata nella Chattanooga region: 6,9 milioni l’apporto in quella zona.

“Studi come questo dimostrano come la scalata sia una risorsa economicamente utile e rinnovabile per le aree che la ospitano” ha dichiarato Zachary Lesch-Huie (in foto), national affiliate director & southeast regional director di Access Fund “spesso viene praticata in aree rurali e aiuta a garantire stabilità economica alle comunità che si trovano a fronteggiare i mutamenti economici idi lungo periodo”

Lo studio è stato condotta con il finanziamento di Access Fund, New River Alliance of Climbers, e Eastern Kentucky University. È possibile scaricarlo qui

Frequentando spesso varie aree della nostra penisola dove il turismo per l’arrampicata avrebbe un potenziale enorme e non viene an

cora sostenuto, se non addirittura osteggiato, ci viene naturale auspicare che questo genere di studi fioriscano anche nel nostro paese. Un paese che, spesso, con sole tre ore di auto permette di cambiare totalmente il meraviglioso scenario naturale in cui ci si trova. E lungo la strada trovare tante tante diverse falesie, ognuna diversa.