In questo articolo si parla di:

Si tratta di una delle fondazioni più prestigiose che vede riunire, dal 1992, le imprese dell’alta industria culturale e creativa italiana. Parliamo di Fondazione Altagamma di cui è entrata da poco a far parte anche Dainese, riconosciuta come una delle aziende ambasciatrici dello stile italiano nel mondo.

L’inclusione all’interno di questa realtà permette a Dainese di affiancarsi a eccellenze italiane come Ferrari, Maserati, Lamborghini, Riva e Ducati, a cui si aggiunge una lista di altre realtà non prettamente legate al mondo dei motori. Di questo elenco fanno parte anche Gucci, Cucinelli, Bulgari e Versace che, come Dainese dal 1972, sono vere ambasciatrici dello stile italiano a livello internazionale.

Da parte sua Dainese rappresenta da oltre 45 anni uno dei punti di riferimento, nonché un brand riconosciuto e apprezzato per quanto riguarda il settore delle protezioni e dell’abbigliamento per gli sport dinamici. Il suo impegno si volge giorno dopo giorno alla ricerca e allo sviluppo volti alla realizzazione di soluzioni che permettano all’uomo di esprimere tutto il suo potenziale.

Cristiano Silei, amministratore delegato del Gruppo Dainese, si dice orgoglioso dell’associazione con Fondazione Altagamma: “Per un’azienda come Dainese, che fa dello stile e della qualità i suoi cardini, assieme alla tecnologia e alla ricerca, entrare a far parte di una cerchia ristretta di firme italiane, simboli di eccellenza in ogni settore, non può che suggellare quanto di buono fatto fin ora. Essere soci di Altagamma ci spinge a continuare sulla strada che abbiamo intrapreso”.

Stefania Lazzaroni, direttore generale di Altagamma, aggiunge: “L’ingresso di Dainese tra i soci della Fondazione ci rende particolarmente orgogliosi per il ruolo di innovatore trasversale che l’impresa vicentina ha svolto nell’ambito dell’abbigliamento sportivo. Dal motociclismo all’equitazione, dagli sport invernali a quelli velici, Dainese ha saputo coniugare funzionalità e design creando prodotti dall’alto contenuto tecnico ed estetico.”