Questa volta è proprio il caso di dirlo. Franco è il gigante dei giganti: è il primo atleta di sempre ad essersi aggiudicato due edizioni del mitico Tor, tagliando il traguardo in 74 ore 03’29’’. Un’impresa epica che lo ha visto in testa solitario per tutta la gara, a difendendersi dagli attacchi degli altri, favoriti per la vittoria. Tra questi il canadese Galen Reynolds, anche lui insieme a Franco membro del team Hoka One One, e Peter Kienzel, che ha conquistato il terzo gradino del podio. La cosa curiosa è che ai piedi dei tre fuoriclasse c’erano sempre loro, le Hoka, rispettivamente nei modelli Evo Mafate, Speedgoat 2, Challenger ATR 4 e MafateSpeed.

Parlando più in generale a questa edizione (iniziata il 9 e conclusa il 16 settembre) i finisher sono stati 534. Stravolti ma felici hanno tagliato il traguardo a Courmayeur. Il main sponsor è stato Montane, che ha fornito tutte le maglie dei volontari (circa 2.500 capi) e i capi che saranno indossati dall’organizzazione, le maglie tecniche contenute nei pacchi gara e il pile tecnico che sarà dato a tutti i finisher. Infine gli scaldacollo e i cappellini realizzati appositamente per il Tor.

Quarto, ai piedi del podio, un sofferente ma pur sempre guerriero Oliviero Bosatelli, e al quinto posto l’orientale Kouta Toriumi, primo atleta del team Montane VIA Trail Series.