Kayland ha accolto tra le fila dei suoi global ambassador l’alpinista rumeno Teofil Vlad, già vincitore per ben due volte del premio di sportivo dell’anno in Romania (nel 2010 e nel 2013 per le imprese su McKinley e Nanga Parbat).

Teofil è un alpinista completo, che pratica davvero moltissime discipline in ambito montano: oltre alle spedizioni alpine e himalayane, si cimenta con l’arrampicata sportiva e l’ice climbing, ma la sua vera passione è l’apertura di nuove vie sulle montagne più alte del mondo, sopra i seimila metri di altitudine.

Nella sua carriera ha già raggiunto traguardi prestigiosi: un’escalation di prestazioni che lo portano fino alla vetta del Nanga Parbat, nel 2013, una delle cime più difficili del gruppo himalayano. Nel frattempo, compie numerose ascensioni sulle Ande, sul Karakorum, in Kazakistan, in Africa e apre moltissime nuove vie sulle amate montagne rumene e in Caucaso. Lo scorso anno, sfida per la prima volta i monti dello Yosemite, e tra le molte arrampicate riesce a chiudere la difficile Salathe Wall su El Capitan e la parete nordovest dell’Half Dome. Tra i suoi progetti futuri, l’apertura di nuove vie impegnative su cime di 6-7000 metri e la scalata del Pumori (7162 m) prevista per il prossimo autunno.