In questo articolo si parla di:

Monte Rosa Skymarathon: ecco la gara più alta d’Europa. La gara dove tutto ha avuto inizio, nel lontano 1993, celebra 25 anni nel luogo di nascita dello skyrunning, Alagna, nelle Alpi italiane, dove il tracciato originale sarà ripercorso il 23 giugno fino alla vetta del Monte Rosa, a 4554 metri.

A darne notizia è il padre spirituale di questa disciplina, il suo inventore, Marino Giacometti che racconta la gara senza mezzi termini

Marino Giacometti alla Monte-Rosa SkyMarathon_nel 1994©actionmovie.it

“Più alpine che skyrun…”

qui un video con le immagini della località di partenza e della vetta massima del percorso.

I fondatori di questo sport presentano un evento tutto nuovo, questa volta a coppie e in cordata (a sottolineare così l’importanza dell’utilizzo delle tecniche necessarie in questi ambienti), per gareggiare in vero stile skyrunning attraverso morene, pietraie, nevai e ghiacciai per 35 chilometri e 7000 (sì,avete letto bene) metri di dislivello complessivo. Una gara individuale più corta si terrà lo stesso giorno raggiungendo quota 3260m, la Alagna-Indren Skyrace, per gli “umani” verrebbe da dire.

Gli eventi attireranno top atleti internazionali (“c’è già la fila fuori della porta” riporta soddisfatto Marino) comprese stelle della corsa nel cielo –passate e presenti – insieme a campioni dello sci alpinismo, tutti a caccia dei record mozzafiato stabiliti nel 1994 dagli italiani Fabio Meraldi con 4h24’ and Gisella Bendotti con 5h34’.

Non c’è che dire: ne vedremo delle belle. Lunga vita allo Skyrunning.

monterosaskymarathon.com

Pagina facebook