In questo articolo si parla di:

Un altro record per Intersport è stato messo a segno: la catena di negozi sportivi chiude il 2017 con un aumento delle vendite globali del 3,3% (+3,8% a cambi costanti), pari a 11,5 miliardi di euro contro gli 11,1 miliardi generati nel 2016.

Il gruppo, la cui sede internazionale si trova a Berna, è presente in 45 paesi con 5.647 punti vendita e deve questo trend positivo anche a una nuova strategia messa a punto da Victor Duran, il nuovo CEO che nel gennaio 2017 ha sostituito Franz Julen. Il piano Intersport 2.0 mira a rafforzare la competitività della propria rete di store, comprendendo una digitalizzazione del modello di business, lo sviluppo di una strategia OmniChannel e il lancio di un nuovo concept di negozio, oltre al riposizionamento dei marchi di proprietà.

A tal proposito proprio Intersport si è avvantaggiata dell’ottima forma mostrata dal suo marchio specialista delle sneakers, The Athlete’s Foot, che conta 520 negozi in 30 nazioni e ha realizzato numerose aperture nel 2017, approdando per la prima volta in Slovenia, Croazia, Serbia e Belgio. Il fatturato della catena complessivamente è cresciuto del 15% nell’ultimo anno (a cambi costanti) arrivando a 363 milioni di euro.

Fonte: fashionnetwork.com