In questo articolo si parla di:

A Ispo, la più importante fiera per il settore sport invernali, dove sono state presenti circa 200 aziende italiane, il presidente di Assosport Luca Businaro ha lanciato un appello alle aziende produttrici (con riferimento, vista la particolarità del caso, a quelle del mondo winter sport) per aumentare flessibilità, velocità e prontezza nel caso in cui ci sia una improvvisa richiesta di rifornimento. Cosa che è accaduta quest’anno, complici le super nevicate che ancora imperversano sulle montagne italiane e non solo. 

“Il sell out per il mondo neve – ha dichiarato Businaro – quest’anno è andato molto bene, complici le abbondanti nevicate e un andamento economico più positivo. Confrontandomi con le aziende del comparto si parla di un più 10 per cento nelle vendite, in tutto il mondo ma in particolare in Europa e in Italia. Il problemaè che i magazzini di alcuni negozi oggi sono vuoti: la grande richiesta del mercato, superiore agli altri anni, ha spiazzato i retailer. Questo deve essere un campanello d’allarme per le aziende: se vogliamo essere competitivi dobbiamo investire in poli produttivi vicini alla distribuzione per rispondere alle esigenze. Dobbiamo essere più flessibili e pronti al riassortimento. Ciò implica una riorganizzazione interna per garantire tempi più veloci: su questo tema fondamentale stiamo discutendo a livello associativo per accompagnare le imprese verso questo processo”.