In questo articolo si parla di:

Ferrino è sponsor tecnico della spedizione al K2 in invernale organizzata dalla Federazione Polacca di Alpinismo e supportata dal Ministero dello Sport e del Turismo polacco, della quale fanno parte anche Denis Urubko e Adam Bielecki, che recentemente hanno preso parte all’incredibile salvataggio della francese Revol sul Nanga Parbat. Questa imponente a severa vetta della catena dell’Himalaya rappresenta l’ultimo 8.000 a non essere mai stato salito durante la stagione invernale, oltre ad essere la seconda montagna più alta della Terra (8611 m), naturalmente dopo il monte Everest.

Krzysztof Wielicki, capo spedizione che vanta la prima salita invernale di un Ottomila, l’Everest (1980, insieme a Leszek Cichy), e altre due prime invernali, sul Kangchenjunga nel 1986 (con Jerzy Kukuczka) e sul Lhotse, in solitaria, ha affermato:

Sappiamo di avere solo il 5% di possibilità di arrivare in cima, ma è solo provando che ci si riesce

L’ascesa è in atto proprio in questi giorni.  Con il leader Wielicki ci sono Janusz Gołąb, Jarosław Bator (medico), Dariusz Załuski (regista), Adam Bielecki, Marcin Kaczkan, Artur Małek, Marek Chmielarski, Rafał Fronia, Piotr Tomala, Maciek Bedrejczuk, Piotr Snopczyński e Denis Urubko (russo-kazako che da due anni ha anche la cittadinanza polacca).

La squadra polacca è equipaggiata con le tende Ferrino Svalbard 3, icona del brand che festeggia quest’anno i 30 anni ed il quarto restyling. Altra tenda usata dai polacchi in questi giorni di spedizione è la Pilier 2, studiata per resistere ai forti venti in alta quota. Sulle loro spalle lo zaino Radical 45+10 caratterizzato dal tessuto composito in fibra di DSM Dynemma che risulta essere leggerissimo ma allo stesso tempo molto resistente.