L’European Outdoor Group (EOG) ha annunciato le ultime iniziative per far fronte ai problemi dell’inquinamento causato dalle microfibre, dando così continuità all’Outdoor Industry Microfibre Consortium project, in collaborazione con con biov8tion e l’Università di Leeds.

Il consorzio ha confermato che inizierà a lavorare su infografiche e roadmap, insieme a un progetto di ricerca applicata. Entrambi sono progettati per facilitare una comprensione condivisa delle complesse sfide presentate dalle microfibre e per sviluppare la conoscenza dei fattori che avranno un ruolo nel trovare soluzioni valide per l’industria.

Collaborando con partner come biov8tion e l’Università di Leeds, accanto a marchi importanti come Adidas, Berghaus, Dare 2b, Finisterre, Fjällräven, Haglofs, Helly Hansen, Ikea of ​​Sweden, Mammut, Norrona, Regatta, Salewa e The North Face, il Consorzio mira a sviluppare una migliore conoscenza della dispersione di microfibre e a lavorare verso soluzioni sostenibili.