In questo articolo si parla di:

La Cina si prepara con largo anticipo alle Olimpiadi Invernali del 2022 a Pechino e lo sviluppo degli sport invernali è sconfinato. Nel 2016 infatti, il governo cinese ha deciso di costruire almeno 240 nuove piste sciistiche nel Paese nel tentativo di aumentare il numero di appassionati alla neve, passando da 6 a 300 milioni.

In questo modo lo sport non è più limitato solo al freddo nord-est del Paese. Ci sono anche diverse aree sciistiche che circondano la capitale, Pechino, anche se sono appena coperti di neve artificiale.

Yabuli, Changbaishan e Harbin sono istituzioni quando si tratta di sci e snowboard. Ma per permettere a chiunque di approfittare degli sport invernali, nel luglio 2017 a Harbin è nato il Wanda Indoor Ski and Winter Sports Resort. Il mega progetto è sostenuto dal gruppo Wanda, il cui fondatore, Wang Jianlin, presiede una fortuna di 30,4 miliardi di dollari, secondo Forbes Magazine.

Con la sua società, Jianlin detiene una quota del 20% nel club di calcio Atlético Madrid, possiede i diritti di trasmissione per eventi come le Coppe del Mondo 2018 e 2022 grazie all’acquisto di Infront ed è titolare della World Triathlon Corporation.

Quindi non sorprende che, dopo la sua decisione di investire di più in parchi a tema in Cina, Jianlin ha quindi sviluppato il progetto Harbin su una vasta scala.