La 5a edizione dell’European Outdoor Summit ha portato nella location prescelta, Treviso (dal 4 al 5 ottobre), più di 270 rappresentanti delle più importanti realtà aziendali del mondo outdoor. Organizzato da EOG in collaborazione con Assosport e IOG, l’evento ha proposto un programma di relatori particolarmente ricco e intenso, focalizzato sul punto di vista del consumatore.

L’onore di aprire le discussioni è andato all’allenatore ed ex giocatore di baseball Brian Farley, che ha puntato l’obiettivo sull’importanza di comprendere il valore e la motivazione delle persone. A seguire Haysun Hahn, fondatrice di Fast Forward Trending, ha esplorato la relazione e il crossover attuale fra il modo della moda e quello dell’outdoor, illustrando alcuni trend che hanno sfidato i presenti a re-immaginare il futuro dell’outdoor lifestyle. La consulente Kate Bosomworth, ideatrice della campagna #ThisGirlCan in Gran Bretagna, ha illustrato esempi di campagne di grande impatto e influenza nel modo del marketing per far intendere come accrescere la partecipazione in specifici gruppi di consumatori. Susan Viscon di REI ha infine parlato del programma aziendale #OptOutside e dell’iniziativa Force of Nature, improntate a rendere le attività all’aria aperta più centrali nella vita degli americani.

A chiusura del summit, il segretario generale dell’European Outdoor Group Mark Held ha poi annunciato, insieme allo Scandinavian Outdoor Group, l’edizione 2018 del Summit che avrà luogo a Malmӧ, in Svezia.