In questo articolo si parla di:

European Outdoor Film Tour 2017/18. Il tour europeo partirà il 6 ottobre. 120 minuti per un totale di 7 cortometraggi, e più di 330 spettacoli sparsi nelle maggiori città di tutto il Continente. 17 anni di storia per una delle rassegne cinematografiche più seguite di sempre dagli appassionati di outdoor e di avventure estreme.

Non ci sono copioni e non ci sono attori. Non ci sono finzioni e neppure effetti speciali. Tutto quello che avete visto negli anni scorsi sul grande schermo, così come tutto quello che vedrete, è assolutamente reale. È questo il marchio di qualità che E.O.F.T. ha scelto di avere. Tra i partner più importanti figurano Mammut e Gore-Tex.

Ecco di seguito il teaser e alcune delle proposte dell’edizione di quest’anno del Tour:

ICE CALL

Sci: il freeskier Sam Favret decide di seguire il richiamo dei ghiacciai e mostra il “mar de glace” da una prospettiva completamente nuova. Il suo parco dei divertimenti è il più grande ghiacciaio della Francia, un luogo dove halfpipes, trampolini e tunnel sono una creazione della natura. Seguite Sam in un mondo di neve e ghiaccio per una sciata elettrizzante fino in fondo al ghiacciaio.

DUG OUT

Spedizione: Benjamin Sadd e James Trundle vogliono esplorare la mistica Amazzonia a bordo di una barca costruita con le loro mani. Un sogno per il quale devono lavorare sodo. Mentre la piroga prende sempre più forma, i due inglesi si perdono sempre di più nel misterioso mondo della giungla per poi ritrovare se stessi ancora una volta, ma in modo totalmente diverso.

INTO TWIN GALAXIES

Spedizione: Il viaggio di Ben Stookesberry, Sarah McNair-Landry e Erik Boomer prevede di scivolare con lo snowkite sulla gigantesca calotta glaciale in Groenlandia per poi scendere da un ghiacciaio attraverso un canale di acqua di disgelo, a bordo dei loro Kayak. Ma la Groenlandia li mette subito a dura prova. All’inizio della loro spedizione, Sarah precipita con lo snowkite, Boomer rischia la pelle lungo una cascata, e persino Ben, l’incallito esperto di spedizione, ammetterà che, raggiunte certe temperature, è impossibile avanzare in Kayak …

CHOICES

Ritratto: Steph Davis ha scelto l’arrampicata. Ha preferito una vita on the road a una carriera come avvocato. Dopo i successi nel Yosemite e in Patagonia si stabilisce a Moab (Utah) e scopre la sua seconda passione: il basejump. Steph perde suo marito, Mario Richard, in un incidente di wingsuit-basejump nel 2013. Fino ad oggi non si è mai pentita di aver scelto uno stile di vita fuori dal comune.

LA CONGENIALITA’

Ritratto: Simone Moro e Tamara Lunger sono due compagni di cordata diversi con grandi obiettivi e diciotto anni di differenza. Simone ha dimostrato più volte la sua bravura come esperto alpinista, conquistando cime altissime in pieno inverno; Tamara, segue il suo esempio con successo. Questo duo affiatato parte alla conquista del Kangchenjunga per la traversata più alta del pianeta a più di 8000 metri di altezza.

Per ulteriori informazioni e date, visitate il sito www.eoft.it

Per il calendario completo, italiano ed europeo, con luoghi e date delle proiezioni, clicca QUI