Tutti noi appassionati di arrampicata trad ci siamo cimentati (spesso più e più volte prima di riuscirci) sulla sua celebre fessura al masso di Ceresole (Valle dell’Orco) e da alpinisti sogniamo la sua via al Pizzo Badile (molto di moda negli ultimi anni). Stiamo parlando di Michael “Mike” Kosterlitz, l’alpinista inglese che, negli anni ’70 ha portato un colpo di novità e freschezza nello stantio ambiente alpinistico torinese ma non solo. Ma i suoi risultati alpinistici non sono certo primari rispetto ai grandi risultati scientifici che Mike ha raggiunto, culminati nel 2016 con il premio Nobel per la fisica.

“I miei anni da arrampicatore sono stati molto importanti per me ed è davvero una cosa speciale essere premiati per quelle mie prime scalate.”

Premio

Con queste parole e tanta emozione Mike ha commentato la notizia che riceverà il Climbing Ambassador by Dryarn di Aquafil degli Arco Rock Legends nell’ambito dell’edizione 2017 del Rock Master Festival. Tutta la città di Arco e il Garda Trentino si uniranno nel celebrare una leggenda nel mondo dell’arrampicata venerdì 25 agosto alle ore 21.00 nella serata dedicata alla 12esima edizione degli Oscar dell’arrampicata sportiva. A ricevere il riconoscimento che viene assegnato ogni anno “a chi attraverso la sua passione, energia e visione ha guidato ed influenzato lo sviluppo dell’arrampicata” sarà il 74enne professore di fisica della Brown University, nonché vincitore del Nobel per la fisica nel 2016. Michael Kosterlitz è stato una fonte di ispirazione per tutti i climber ed è riconosciuto sia per le sue performance sulla roccia che per quelle nel mondo accademico.

Bio

Nato ad Aberdeen in Scozia nel 1943 e figlio di ebrei scappati nel 1934 dalla Germania nazista, arrivò in Italia nel ‘69 ed era già un arrampicatore di rilievo, diventò in seguito famoso appunto per la sua scalata della fessura di 7 metri su un masso nella Valle dell’Orco che divenne un emblema sia dell’arrampicata “ad incastro” sia di quella disciplina che sarà in seguito chiamata “bouldering”. Un simbolo forte e importante per generazioni di climber e quella che diventerà una pietra miliare dell’arrampicata. Tutti questi elementi rendono Kosterlitz l’ambassador perfetto per un evento come il Rock Master Festival che ha consacrato la disciplina dell’arrampicata come sport olimpico quale sarà nel 2020 ai Giochi di Tokyo.

Appuntamento

L’appuntamento per tutti è ad Arco il 25 agosto 2017 per la serata di Arco Rock Legends alle ore 21.00, qui oltre al Climbing Ambassador by Dryarn di Aquafil saranno assegnati anche il Wild Country Rock Award al miglior climber dell’arrampicata sportiva in falesia e nel boulder e il La Sportiva Competition Award al miglior atleta delle competizioni della scorsa stagione agonistica. L’evento del Rock Master Festival si svolgerà invece dal 24 al 27 agosto per quattro giorni ricchi di appuntamenti in un’unica affascinante edizione.

rockmasterfestival.com